Lello Di Bari a Savelletri: ‘Abbasserò la Tari altrimenti mi dimetterò’

Scritto il Pubblicato in News

“Se i cittadini decideranno di ridarmi fiducia e venissi eletto il mio primo passo sarà quello di abbassare la Tari: se non dovessi riuscirci mi dimetterò”. Questo uno dei passaggi cruciali dell’intervento del candidato sindaco Lello Di Bari ieri sera (giovedì 26 maggio) a Savelletri, in piazza Amati, dove è continuato il tour elettorale della coalizione che lo sostiene. Intervistato da Marco Mancini l’ex primo cittadino ha focalizzato le sue parole soprattutto sugli interventi realizzati nella frazione marinara fasanese. E non poteva essere altrimenti dato che proprio a Savelletri si registrano interventi importanti quali, ad esempio, la messa in sicurezza e la realizzazione del nuovo braccio portuale.

Ma non si è parlato solo di Savelletri. Di Bari ha riaffermato la volontà di voler puntare, in caso di elezione, sul rilancio della Selva e su una lunga serie di interventi contenuti nel suo programma. Anche con l’ausilio di alcuni video il candidato sindaco per Forza Italia, Fratelli d’Italia, Conservatori e Riformisti e “Liberi di… per Lello Di Bari sindaco” ha voluto informare sulla sua attività amministrativa sino all’annuncio relativo alla Tari. In questo caso non è mancato l’attacco ai quattro consiglieri della sua ex maggioranza che con il voto negativo in consiglio comunale non permisero l’approvazione delle tariffe. “Cercheremo la soluzione migliore per abbassare la tassa sui rifiuti – ha sottolineato Di Bari -. Con i miei collaborato abbiamo studiato per due giorni e due notti il Def presentato dalla Tradeco e per noi ci sono voci che riportano conteggi errati e che quindi devono essere necessariamente rivisti. In più vorremmo tutelare le fasce più deboli cercando agevolazioni che possano scontare il peso delle bollette Tari”.